Terza Missione (pagina in aggiornamento)

L'attività di Terza missione delle Università

Per la prima volta in Italia le attività di Terza Missione delle università e degli enti di ricerca sono oggetto di valutazione sistematica. Il decreto legislativo 19/2012, che definisce i principi del sistema di Autovalutazione, Valutazione Periodica e Accreditamento, e successivamente il DM 47/2013, che identifica gli indicatori e i parametri di valutazione periodica della ricerca e della terza missione, hanno riconosciuto a tutti gli effetti la Terza Missione come una missione istituzionale delle università, accanto alle missioni tradizionali di insegnamento e ricerca.

 

 

 

 

 

 

Rientrano nella Terza Missione le seguenti attività (suddivise per indicatori oggetto di valutazione):

- conto terzi, brevetti
- spin-off e incubatori
- siti archeologici e poli museali
- consorzi e altre attività
- formazione continua
- public engagement
 

La Terza missione del Dipartimento

Il dipartimento è fortemente impegnato nelle attività di Terza Missione, sul territorio provinciale, regionale e nazionale. Gli obiettivi relativi alle attività di Terza Missione sono essenzialmente tre:

- rafforzare i legami con il territorio in maniera tale da poter meglio intercettare i suoi bisogni creando iniziative congiunte con enti pubblici e privati;

- comunicare le potenzialità e la ricchezza della ricerca e della didattica universitaria a un pubblico generalista;

- inserirsi nel Piano Triennale d'Ateneo.

 

La pianificazione e il monitoraggio delle attività di Terza Missione nel dipartimento avviene mediante tre modalità: il Consiglio di Direzione, il Settore ricerca e l'Ufficio stampa. Il Consiglio di Direzione, di concerto con il Direttore di dipartimento, promuove e coordina le attività che si svolgono negli spazi del dipartimento ovvero nella città di Arezzo (librerie, punti di aggregazione, spazi pubblici), nonché nella provincia e nella regione, attraverso presentazioni di libri, lezioni aperte, dibattiti, con il supporto tecnico-scientifico del Settore ricerca. L'ufficio stampa cura la parte promozionale dei singoli eventi e raccoglie, archivia e diffonde la rassegna stampa relativa a ciascun evento, ove esistente, verificando il livello di impatto prodotto sui mezzi di comunicazione di massa. La maggior parte degli eventi sono a basso impegno economico per il dipartimento, il quale fornisce personale, saperi, competenze.

 

In ragione della specificità disciplinari del dipartimento, le attività di terza missione, pur se molteplici e variegate, sono classificabili prevalentemente nell’ambito della “Formazione continua” e del “Public Engagement”
 

- Pubblicazioni
- Eventi pubblici
- Concerti, mostre, esposizioni
- Progetti di valorizzazione del territorio
- Incontri con ospiti esterni
- Partecipazione a incontri pubblici organizzati da altri soggetti