Archivio progetti conclusi

PLAY FOR INCLUSION (ERASMUS+ KA1 Nº 2016-1-IT01-KA102-005304)

Descrizione progetto: Attraverso questo progetto una novantina di studenti degli istituti di istruzione superiore e licei del settore psico-pedagogico e sociale provenienti da tutta Italia, hanno la possibilità di svolgere un tirocinio formativo all’estero della durata di due mesi. La partecipazione al progetto è stata aperta a tutti gli studenti maggiorenni o neo-diplomati nella fascia di età 18-21 anni, residenti in Italia. I partecipanti hanno dovuto soddisfare i criteri di selezione elaborati nel formulario di progetto. Prima della partenza, gli studenti hanno seguito un corso di formazione linguistico‑culturale online sulla piattaforma predisposta dalla Commissione Europea. Il piano formativo dei tirocini all’estero è stato elaborato secondo i contenuti ECVET (descrizione delle attività e dei risultati di apprendimento), quindi riconosciuto in tutti i paesi europei. Gli enti di accoglienza all’estero (imprese o istituti di formazione professionale) sono stati selezionati sulla base dell’attività professionale specifica, del piano di formazione riservato ai partecipanti e dei benefici formativi che hanno assicurato loro al termine dell’esperienza. I partecipanti sono accolti all’estero dall’ente partner, che si occupa anche del tutoraggio, della predisposizione dell’alloggio e della preparazione del Certificato Europass Mobility per la certificazione dei risultati di apprendimento raggiunti. I vantaggi per i partecipanti sono numerosi, sia per il profilo professionale che per quello personale. Da una parte, il lavoro presso aziende estere permette di migliorare le conoscenze tecniche apprese durante il percorso formativo in classe e aiuta gli studenti ad entrare nel settore di riferimento avendo già acquisito esperienza sul campo. Dall’altra, i partecipanti migliorano la conoscenza delle lingue straniere, soprattutto per quanto riguarda il linguaggio tecnico.

Durata del progetto: 2017-2018
Referente DSFUCI progetto: Francesca Bianchi

Comitato scientifico: Loretta Fabbri, Caludio Melarcane, Carlo Orefice, Alessandra Romano, Mario Giampaolo  Marco Betti

Costo complessivo del progetto: 346.922,00

 

Partners: Istituti d'istruzione superiore italiani

Progetto Gra.fo - Grammo-foni. Le soffitte della voce

 

Il progetto Gra.fo è realizzato grazie al finanziamento da parte della Regione Toscana: si tratta di un archivio digitale di voci appartenenti alla tradizione orale toscana (canti, interviste, dialoghi, ...) che rende fruibile a tutta la comunità (non solo scientifica) risorse fino ad ora non consultabili. Tutti i materiali audio raccolti nell'archivio sono stati digitalizzati, archiviati, restaurati, catalogati e parzialmente trascritti.

Capofila: Scuola Normale Superiore (Pier Marco Bertinetto)

Partner: Università degli Studi di Siena (Silvia Calamai)

 

Costo Complessivo del progetto: € 317.400,00

Finanziamento Regione Toscana: € 250.400,00

Finanziamento a favore di UNISI: € 112.000,00

Progetto SONNA

L'evoluzione delle tecnologie della comunicazione ha generato una realtà in cui le tradizionali distinzioni tra broadcasting (come la televisione o la radio), tecnologie di comunicazione punto a punto (telefono, fax) e contenuti (programmi televisivi, eventi sportivi, opere musicali) di fatto scompaiono: servizi e contenuti sono infatti veicolati attraverso le stesse reti e le stesse interfacce.

Il Progetto si pone l’obiettivo di analizzare l’impatto degli strumenti di social networking, spesso etichettati con la definizione di Web 2.0, sulle pratiche di apprendimento permanente e di formazione continua (educazione all’esercizio dei diritti di cittadinanza, all’autoformazione, all’accrescimento dei saperi personali e delle competenze professionali) tanto dal punto di vista dell’utilizzo sistematico di tali strumenti negli interventi di formazione strutturata quanto sotto il profilo della funzione - positiva o negativa a seconda dei casi - che la crescente diffusione di queste “pratiche sociali” ha sullo sviluppo di ogni persona, anche al di fuori della formazione permanente istituzionale e strutturata.

Programma di ricerca di rilevante interesse nazionale (PRIN) 2009 “Realismo e antirealismo”

Coordinatore scientifico: Mariano Bianca 

Costo complesso del programma di ricerca: 148.006 Euro.

Cofinanziamento MIUR assegnato al programma di ricerca: 103.604 Euro.

Durata: ottobre 2011-ottobre 2013.

 

  • Unità di Ricerca dell’Università di Siena: Mariano Bianca (Coordinatore), Paolo Piccari, Simone Zacchini. Titolo specifico del Progetto svolto dall'Unità di Ricerca: Realismo e rappresentazioni mentali
  • Unità di Ricerca dell’Università di Cagliari: Pier Luigi Lecis (coordinatore), Vinicio Busacchi, Pietro Salis. Titolo specifico del Progetto svolto dall'Unità di Ricerca: Realismo e verità nella conoscenza storica

Il programma si pone come obiettivi:

1) l'analisi delle molteplici prospettive di ricerca nell'alveo della concezione realista congiuntamente allo studio critico della letteratura antirealista sviluppatasi sia nella tradizione analitica, sia in ambito fenomenologico ed ermeneutico, evidenziandone le correnti principali e i filoni di ricerca prevalenti;

2) l'approfondimento del rapporto tra realismo e rappresentazioni mentali, anche alla luce dei più recenti studi in ambito cognitivo, per approfondire il ruolo, il peso e la funzione che le rappresentazioni mentali rivestono in una concezione realista basata sulla corrispondenza isomorfica tra le rappresentazioni mentali e gli oggetti che sono nel mondo;

3) lo studio della relazione tra verità e realismo nel dibattito teorico sulla natura della conoscenza storica attraverso l'esame del paradigma ermeneutico antirelativista di Paul Ricoeur, che si delinea all'insegna di un incontro tra tradizione ermeneutica e tradizione linguistica ed epistemologica di matrice analitica.

Convegni

Struttura e livelli ontologici del reale (Arezzo, 26-27 novembre 2012) – Comitato Scientifico: Mariano Bianca, Pier Luigi Lecis, Giuseppe Nicolaci, Paolo Piccari

Realtà, verità e rappresentazione (Cagliari, 5-7 giugno 2013) – Segreteria Scientifica: Pier Luigi Lecis, Vinicio Busacchi, Pietro Salis, Simon Luca Pinna

Epistemologia della conoscenza ordinaria (Arezzo, 7-9 ottobre 2013) – Comitato Scientifico: Mariano Bianca, Marcello Frixione, Paolo Piccari

PRIN 2012 - Progettare curricula innovativi per percorsi di apprendimento personalizzati

La ricerca-intervento descritta in questo progetto intende produrre nuove conoscenze e nuovi strumenti per lo sviluppo delle capacità formative dell'Università Italiana, attraverso un lavoro concertato dei più grandi atenei italiani lungo due grandi assi di intervento e di studio: la didattica universitaria e l'employability degli studenti. In questo particolare momento storico, la forte ambivalenza del concetto di crisi, nei suoi effetti devastanti e nelle sue “potenzialità emancipative” (Morin, 2011; Pulcini, 2003), pone domande nuove alla società e al cittadino, chiamato a fare i conti con alcuni nuovi paradigmi, in vista di conseguenti trasformazioni che segnano la nostra epoca, come evidenziato da Sennett (2008, 2012), Bauman (2011, 2013) e Beck (2000), da Lasch (1981), a Geertz (1999), passando per Lyotard (1978) e Nancy, (2002). La condizione attuale, però, stimola a ricercare leve e strategie di cambiamento che possono far scoprire inedite aperture di reciprocità e di costruzione di comunità, (Sennet, 2012; Rifkin, 2010), attraverso modelli innovativi ed alternativi.

Il progetto adotta un disegno di ricerca che coniuga l'esigenza di generare nuove conoscenze in alcuni ambiti ancora poco esplorati e di sperimentare in Italia modalità didattiche la cui efficacia è già nota in altri contesti. Le unità operative, dopo una ricognizione della letteratura nazionale e internazionale, attiveranno linee di ricerca quali-quantitative comuni sulle buone pratiche in ambito di alternanza studio-lavoro, sulla costruzione di modelli innovativi relativamente ad alcuni punti nevralgici della formazione universitaria, sui linguaggi per l'orientamento, sulla didattica personalizzata, su stage e job placement e sulla promozione continua del dialogo tra università e mondo del lavoro.

Budget: 138.096

Responsabile scientifico: Claudio Melacarne