Percorsi qualità

L'Università di Siena, nell'ambito dei progetti di orientamento formativo, organizza l'esperienza dei Percorsi di Qualità.  

 
L'esperienza si pone l'obiettivo di:
  • individuare modelli innovativi per attività integrate Scuola-Università in grado di fornire una conoscenza sulle aree di interesse e sulle modalità di studio universitario, in modo da facilitare una scelta universitaria consapevole, responsabile e autonoma ed un conseguente migliore inserimento all’interno dei dipartimenti. 
 
L’esperienza, nata dall’esigenza di sviluppare nuovi orientamenti e strumenti, si realizza attraverso un forte impegno ed un collegamento delle istituzioni educative riguardante la progettazione congiunta dell’insegnamento di contenuti disciplinari e di metodologie didattiche in  direzione della formazione di specifiche capacità/competenze. 
 
Il progetto è rivolto a:
  • 300 studenti di frequentanti la IV o V classe degli istituti superiori di Arezzo, Siena e Grosseto.
  • Le attività  formative che prevedono, tra l’altro, la stesura di un elaborato finale con il supporto di un tutor universitario (di fianco il riferimento del Tutor del Dipartimento di Arezzo).
 
Obiettivi:
  • sperimentare di forme di raccordo tra scuola secondaria superiore e Università; 
  • seguire elementi utili per progettare e realizzare politiche di orientamento per la qualificazione degli studi universitari e per la riduzione degli abbandoni e della durata degli studi;
  • fornire agli studenti nuove conoscenze e competenze per studiare e per poter compiere scelte criticamente avvertite. 
 
Metodologia:
Gli studenti saranno raggruppati in riferimento alle seguenti aree disciplinari: 
  • umanistico-letteraria 
  • storico-economico-giuridico-sociologica
  • scientifico-tecnologica. 
Il percorso orientativo  si verifica attraverso seminari, approfondimenti curriculari, collaborazioni e interazioni con studenti universitari. L’iniziativa sarà realizzata nelle scuole e nelle strutture universitarie. La progettazione e la realizzazione delle attività potranno prevedere il riconoscimento di crediti scolastici.